Iniziative Idealmente
Foto Friuli

🇮🇹 LA STORIA

L’associazione è stata fondata nel mese di marzo del 1991 a Udine ad opera di un gruppo di volontari, familiari di persone che rivelavano un disagio psichico. All’epoca è stata denominata con l’acronimo A . Fu . Ci . Sa . M., Associazione Familiari Utenti e Cittadini per la Salute Mentale. Il gruppo, con la partecipazione attiva di 41 soci diviene parte attiva nella città tra il Dipartimento di Salute Mentale ed il territorio. Lo scopo principale dell’associazione è quello di riunire i familiari ed utenti, per creare un gruppo di auto mutuo aiuto, e di stimolare le istituzioni ad agire pienamente nell’interesse degli utenti. Si procede nello stesso anno con la costituzione dell’associazione presso il notaio, e la redazione dello statuto. Le riunioni, non disponendo ancora di una sede, avvengono presso gli esercizi pubblici. La quota sociale è di 30.000 lire e la pubblicità avviene tramite volantinaggio. L’ associazione, in seguito, trova sede a Udine in via Pozzuolo 330, presso il Dipartimento di Salute Mentale, nel Parco di San Osvaldo, dove risiede ancora oggi.

Nel 1993 inizia la collaborazione con l’Azienda Sanitaria N. 4 Medio Friuli, all’epoca U.S.L, che eroga, in convenzione, un contributo per il primo corso di auto mutuo aiuto tra familiari, che verrà attuato, attraverso gli anni, fino ad oggi.

Sempre nel 1993 si registra l’associazione presso il Registro Regionale delle associazioni di volontariato: viene assegnati il numero 141.

Nel 1994 l’Associazione ottiene una convenzione con il Comune di Udine, per svolgere attività continuativa

Nel 1995-96 anche la Regione Friuli Venezia Giulia eroga un contributo per svolgere un corso di formazione nel campo della salute mentale, per familiari volontari, che viene organizzato dal dottor Beppe Dall’Acqua, responsabile del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste, e viene svolto nella Parrocchia di viale Cadore a Udine, con grande partecipazione di pubblico da tutta la provincia.

Nel 1997 il presidente dell’associazione, si reca a Roma per il convegno internazionale intitolato Consorzio per l’Impresa Sociale e Cooperative Sociali.Nel marzo dello stesso anno un rappresentante si reca a Roma per partecipare al direttivo dell’ U.N.A.SA.M., l’Unione Nazionale delle Associazioni per la Salute Mentale, per coordinare l’azione comune presso il Ministero della Salute.

Nello stesso anno inizia il progetto denominato Esci con noi, che consiste in attività all’aria aperta di soci ed utenti, che si recano in località amene della regione per condividere momenti di serenità e conoscere il territorio: si visitano Castelmonte, Lignano, Grado, Miramare, Nel 2001, fino alla metà del 2004 si consolida questo progetto sociale.

Nel 2004 si tiene a Roma il Congresso Nazionale del U.N.A.SA.M. al quale l’associazione partecipa con due delegati.

Nella mese di ottobre 2005, con un nuovo presidente, si svolge a Udine il Convegno Nazionale denominato Viola d’Inverno, che tratta l’argomento della perdita e del lutto.

Nello stesso anno ha luogo a Udine un Convegno sulla nuova figura dell’Amministratore di Sostegno, con la partecipazione del prof. Paolo Cendon, ordinario di Istituzioni di Diritto Privato presso l’Università di Trieste presentatore della legge, approvata nel 2004. Si attiva uno sportello di ascolto per persone in difficoltà presso la 4° Circoscrizione di Udine.

Nel febbraio 2006 si elegge un nuovo presidente, e l’attività dell’associazione continua con la costituzione di un nuovo gruppo di auto mutuo aiuto per familiari.

Nell’anno successivo, il 2007 si sviluppa e porta a termine un progetto, per la prevenzione dei Disturbi del Comportamento Alimentare tra gli adolescenti, finanziato dalle Regione Friuli Venezia Giulia, intitolato Un corpo di Emozioni. Si svolge in due scuole superiori, l’Istituto Magistrale “C. Percoto” di Udine ed il Convitto “Paolo Diacono” di Cividale del Friuli con la partecipazione di insegnanti ed alunni adolescenti. Uno spettacolo teatrale, sul tema, chiude il progetto. Si pubblica un opuscolo, con allegato dvd dello spettacolo teatrale intitolato Scritto sul Corpo, una produzione del Teatro della Sete, con il patrocinio del Centro Regionale dei Servizi del Volontariato del Friuli Venezia Giulia.

Nel 2008 l’Associazione Idealmente ottiene dalla Regione FVG il finanziamento per un progetto intitolato Una Barca nel Bosco, rivolto a studenti adolescenti ed insegnanti di due scuole superiori di Udine e Cividale, allo scopo di prevenire e contrastare fenomeni di violenza tra gli adolescenti e migliorare le abilità comunicative. A conclusione del progetto si rappresenta nelle scuole lo spettacolo teatrale intitolato Blog realizzato dalla Fondazione AIDA di Verona.

Nel 2008 è finanziato, dal Centro Servizi Volontariato del Friuli Venezia Giulia, il progetto per un corso per Amministratori di Sostegno, rivolto a familiari di persone con disagio, ed a persone preparate professionalmente nel campo della psichiatria, psicologia, giurisprudenza . E’ stato ideato per formare persone in grado di assistere i familiari ed utenti nei casi previsti dalla legge.

Sempre nel 2008 la Regione Friuli Venezia Giulia ha finanziato un progetto intitolato Salute Sessuale nel campo della Malattia Mentale, rivolto a familiari, operatori del settore ed alla comunità locale, che si svolgerà assieme alle associazioni “A.T.Sa.M.” Di Tolmezzo e “La Pannocchia “ di Codroipo. Questo progetto, senz’altro innovativo per l’argomento mai trattato in regione nell’ambito della malattia mentale, propone maggiore conoscenza della dimensione del problema della salute sessuale per poter programmare, in futuro, interventi più mirati a portare aiuto e sollievo alle persone coinvolte, e migliorare così,la qualità della vita di ciascuno di noi.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento