Iniziative Idealmente
Foto Friuli

LA RIVOLUZIONE INGLESE: UN NEW DEAL PER LA DEPRESSIONE

LA RIVOLUZIONE INGLESE: UN NEW DEAL PER LA DEPRESSIONE

di Piero Porcelli
Servizio Psicodiagnostica e Psicoterapia IRCCS
Ospedale De Bellis

Capita che psicologi e psicoterapeuti, tanto bistrattati nel nostro Belpaese, vengano improvvisamente rivalutati non tanto da medici o dagli stessi psicologi ma dai nuovi maiître-à-penser del mondo contemporaneo, coloro che dettano le regole del gioco all’intero mondo, ossia gli economisti. E capita così che in Inghilterra si stia compiendo una vera rivoluzione nella politica sanitaria nazionale per il trattamento della depressione, sotto la guida del Professor Lord Richiard Layard, direttore del Centre for Economics Performance della London School of Economics and Political Science (LSE).

Un economista, quindi, alla guida di un prestigiosissimo istituto di studi economici, che ha convinto il governo inglese ad implementare un programma di intervento per la prevenzione dei disturbi d’ansia e depressivi con uno stanziamento di 221 milioni di euro entro il 2010. Non per dare farmaci a tutti e assecondare il motto “a drug for any ailment” adottato dall’industria farmaceutica mondiale ma per impegnare 10.000 psicoterapeuti nel trattamento della depressione a livello dell’assistenza di base. Una vera rivoluzione sanitaria voluta da un economista, quindi, perché Lord Layard ha dimostrato, conti alla mano, che trattare la depressione con la psicoterapia conviene non solo ai pazienti ma soprattutto allo stato.
La decisione del governo britannico è stata seguita da molti commenti sulle riviste scientifiche internazionali ma ha avuto sorprendentemente pochissima eco sulla stampa italiana. Per gli interessati, allora, il Depression Resort della London School (2006) è scaricabile in rete dal sito della LSE e Lord Layard sarà a Torino per illustrare il New Deal inglese alXX congresso dell’International College of Psychosomatic Medicine che si terrà nel capoluogo piemontese dal 23 al 26 settembre 2009. In questo intervento, cercherò di esporre lo stato delle conoscenze sul trattamento della depressione per capire appieno il senso del programma inglese.

Per leggere l’articolo completo clicca qui.

Tratto dal Giornale dell’Ordine Nazionale degli Psicologi: La professione di psicologo – n.2 –giugno 2009.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

I Commenti sono chiusi