Iniziative Idealmente
Foto Friuli

Archivio di luglio 2014

L’ Amministratore di Sostegno

Riceviamo sempre più spesso richieste di informazioni riguardo l’amministratore di sostegno, una figura istituita per quelle persone che, per effetto di un’infermità o di una menomazione fisica o psichica, si trovano nell’impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi.

Abbiamo quindi pensato di proporvi una panoramica riassuntiva sulla figura dell’amministratore di sostegno, e l’indirizzo di alcuni siti per approfondire l’argomento da un punto di vista pratico.

Definizione

L’amministrazione di sostegno è una misura istituita con la legge 9 gennaio 2004, n.6 che si prefigge di salvaguardare le persone prive di autonomia nella attività della vita quotidiana, intervenendo – rispetto a profili non solo di carattere economico – con il minor grado possibile di limitazione (quasi sempre poche limitazioni) della capacità di agire.

Per richiedere l’amministrazione di sostegno si deve presentare un ricorso. 

Il ricorso può essere proposto:

  • dallo stesso soggetto beneficiario, anche se minore, interdetto o inabilitato;
  • dal coniuge;
  • dalla persona stabilmente convivente;
  • dai parenti entro il quarto grado;
  • dagli affini entro il secondo grado;
  • dal tutore o curatore;
  • dal pubblico ministero;

Il giudice tutelare nomina alla fine un tutore che abbia cura della persona in difficoltà e del suo patrimonio.

Panoramica

Per avere una prima panoramica su questo istituto, consigliamo la guida curata dal professor Paolo Cendon, 100 domande e risposte sull’Amministratore di sostegno – Guida pratica per le famiglie e gli operatori socio-sanitari:

Quali sono i poteri dell’ amministratore di sostegno?

I poteri dell’amministratore di sostegno sono quelli stabiliti nel decreto di nomina, o in tutti i successivi provvedimenti emessi dal giudice tutelare d’ufficio o sull’impulso di una parte. In generale,  l’amministratore di sostegno si limita  ad affiancare il soggetto debole, senza sostituirlo del tutto, nella gestione di determinate azioni. Per certi atti, può  anche sostituire totalmente il beneficiario, ovviamente entro i limiti specificati nel decreto di nomina del giudice.

Nell’ambito della salute mentale:

Per conoscere meglio la figura dell’amministratore di sostegno nei riguardi di coloro che sono affetti da disturbi psichici, è utile la lettura dell’esperienza del Centro di salute mentale di Cividale (Presentazione in Powerpoint)

 

Festa al Parco di San Osvaldo 6 luglio 2014 Udine

Festa al Parco di San Osvaldo 6 luglio 2014 Udine

 

 

A chi rivolgersi

A Udine

Relativamente ai casi di famiglie di persone con disagio psichico potete rivolgervi all’associazione Idealmente Onlus, giovedì ore 15-17 allo sportello in via Pozzuolo 330, presso la Direzione del Dipartimento di salute mentale,  tel  377 6916671, che effettua la consulenza presso uno studio privato convenzionato.

Inoltre, è attivo uno sportello informativo gestito da HATTIVA LAB Cooperativa Sociale Onlus, Ufficio amministrativo InfoHandicap, sede e appuntamenti, via Porzus 62 – Udine tel. 0432 512635-0432 512635.

Sempre sul sito InfoHandicap potete trovare una pagina completa sull’argomento con informazioni, normative e sentenze.

Per il ricevimento degli atti riguardanti la richiesta di amministrazioni di sostegno, è competente il tribunale di Udine, stanza n.6 – Volontaria giurisdizione.

In Provincia di Udine

Dal 1° febbraio 2013 è stato attivato, dall’Ambito Distrettuale n. 4.5 dell’Udinese (comprendente i comuni di Campoformido, Martignacco, Pagnacco, Pasian di Prato, Pavia di Udine, Pozzuolo del Friuli, Pradamano, Tavagnacco e Udine) il servizio di Sportello di promozione e supporto all’istituto dell’Amministratore di Sostegno.

A.d.V.

Festa al Parco di San Osvaldo 6 luglio 2014 Udine

Festa al Parco di San Osvaldo 6 luglio 2014 Udine

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail